La biblioteca dei morti – Glenn Cooper

La biblioteca dei morti - Glenn Cooper

Voto: 8,5

Titolo: La biblioteca dei morti

Autore: Glenn Cooper

Genere: Thriller

Editore: Nord, 2009

Consigliato: SI

 

TRAMA ORIGINALE
Questo romanzo comincia nel dicembre 782 in un’abbazia sull’isola di Vectis (Inghilterra), quando il piccolo Octavus, accolto dai monaci per pietà, prende una pergamena e inizia a scrivere un’interminabile serie di nomi affiancati da numeri. Un elenco enigmatico e inquietante. Questo romanzo comincia il 12 febbraio 1947, a Londra, quando Winston Churchill prende una decisione che peserà sulla sua coscienza sino alla fine dei suoi giorni. Una decisione atroce ma necessaria. Questo romanzo comincia il 10 luglio 1947, a Washington, quando Harry Truman, il presidente della prima bomba atomica, scopre un segreto che, se divulgato, scatenerebbe il panico nel mondo intero. Un segreto lontano e vicinissimo. Questo romanzo comincia il 21 maggio 2009, a New York, quando il giovane banchiere David Swisher riceve una cartolina su cui ci sono una bara e la data di quel giorno. Poco dopo, muore. E la stessa cosa succede ad altre cinque persone. Un destino crudele e imprevedibile. Questo romanzo è cominciato e forse tutti noi ci siamo dentro, anche se non lo sappiamo. Perché non esiste nulla di casuale. Perché la nostra strada è segnata. Perché il destino è scritto. Nella Biblioteca dei Morti.

 

La biblioteca dei morti è il romanzo d’esordio dell’americano Glenn Cooper. Un esordio col botto, non c’è che dire.
Nonostante l’idea di base del romanzo sappia di già sentito – libri che affiorano dal passato rivelando il mistero della vita e dell’umanità – Cooper è riuscito a tessere una trama decisamente originale.
Un’abbazia del passato dove monaci di una setta misteriosa, l’ordine dei nomi, custodiscono in segreto libri dai contenuti troppo spaventosi per essere condivisi con il resto del mondo.
Un serial killer dei giorni nostri che si fa chiamare Doomsday, l’assassino del giorno del giudizio, che manda cartoline alle sue vittime indicando la data della loro morte.
Un agente dell’FBI e la sua assistente, Will Piper e Nancy Lipinsky, sulle tracce del serial killer.
Le indagini portano i due protagonisti a incrociare il loro destino con quello di Mark Shackleton, ex compagno di Will ai tempi del college, ora impiegato come tecnico informatico presso la segretissima base militare nota come Area 51. Da sempre legata nell’immaginario collettivo agli UFO, la base si rivelerà in realtà il luogo dove sono custoditi i misteriosi libri che i monaci avevano cercato per secoli di tenere lontano dalla conoscenza degli uomini. Libri dove sono scritte le date di nascita e di morte di tutti gli esseri umani, dal 700 al 9 Febbraio 2027, data indicata come Finis dierum, la fine dei giorni.
Passato e presente, suspence e azione, Il tutto mescolato in un cocktail di successo, in cui la tensione è sempre alta durante la narrazione. Salti temporali gestiti in maniera magistrale.
Lo stile è quello del tipico thriller americano: asciutto, quasi privo di approfondimenti psicologici dei personaggi, scorrevole, molto descrittivo. L’autore presenta a mio parere una grande abilità nel descrivere le scene.
Il finale è aperto, lascia intendere al lettore che ci sarà un seguito (cosa che è puntualmente avvenuta).
Unica nota negativa: i due personaggi principali, stereotipati e bidimensionali. Will Piper è il classico bello e impossibile, con matrimoni falliti alle spalle, semi alcolizzato, disilluso e ormai prossimo alla pensione. Nancy Lipinsky è la sua assistente, bella e ligia al dovere, che non gradisce lo stile di vita del suo superiore ma che finirà irrimediabilmente per innamorarsene.
E’ un romanzo che fa riflettere. Durante la lettura più volte mi sono posto la domanda:
Come vivresti il resto della tua vita se sapessi già la tua data di morte?
Domanda che ne genera subito un’altra:
La stai veramente vivendo, la tua vita?
Domande che molto spesso non ci poniamo, perché resteremmo stupiti dalle nostre stesse risposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.